San Giorgio Piacentino

Malato Sla riesce ad andare ad Auschwitz

Era un desiderio antico: accompagnare il figlio Alberto a Auschwitz. Poi la scoperta della malattia implacabile, la Sla, che lo costringe a vivere sul divano di casa. Ma quel sogno rimasto in fondo al cuore alla fine è "miracolosamente" diventato realtà. Giorgio Foglia, 56 anni, il viaggio lo ha compiuto accompagnato dalla propria famiglia, da alcuni amici e soprattutto da cinque volontari dell'Assistenza Pubblica di Parma che, assieme ad Anmic, hanno organizzato la trasferta a bordo di un'ambulanza. In lettiga Giorgio ha così potuto visitare il lager nazista. "Perché Auschwitz? Perché lo desideravo da sempre e perché, come le persone che hanno vissuto la tragedia del campo, anch'io sono stato colpito senza averne colpa. Quel luogo ha accolto un'altra vita scarnificata ma con la stessa volontà di continuare a vivere" .Il viaggio, grazie al progetto 'L'ambulanza dei desideri' di Anmic e Assistenza Pubblica, è diventato anche un documentario curato da Alberto Rugolotto con le musiche di Alessandro Nidi.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie